FAQ

FAQ

Domande e risposte

«Consulta le nostre FAQ per avere risposta alle domande più frequenti in relazione alla partecipazione ai bandi

Si è possibile – e anche consigliato – avere il supporto del consulente che conosce bene i dati riferiti alla vostra attività economica.

Può cominciare a inserire i dati in suo possesso e man mano che riscontra la necessità di informazioni che non conosce può richiederle al suo consulente o agli organi preposti.

Il DURC viene rilasciato dall'Ente previdenziale di riferimento per la propria attività.

Sì, sono previsti in misura correlata al co-investimento del richiedente. È previsto un moltiplicatore fino a 2 volte, che in alcuni casi specifici (impresa in fase di passaggio generazionale e/o integrazione con altri operatori) può arrivare a 3 volte. Ad esempio, nel caso in cui intenda apportare 10.000 euro a supporto del progetto presentato, e stia affrontando un passaggio generazionale, potrà ricevere fino a 30.000 euro di contributo a fondo perduto.

Oltre alla città di Firenze i comuni sono i seguenti:
Bagno a Ripoli;
Barberino di Mugello;
Barberino Tavarnelle;
Borgo San Lorenzo;
Calenzano;
Campi Bisenzio;
Capraia e Limite;
Castelfiorentino;
Cerreto Guidi;
Certaldo;
Dicomano;
Empoli;
Fiesole;
Figline e Incisa Valdarno;
Firenze;
Firenzuola;
Fucecchio;
Gambassi Terme;
Greve in Chianti;
Impruneta;
Lastra a Signa;
Londa;
Marradi;
Montaione;
Montelupo Fiorentino;
Montespertoli;
Palazzuolo sul Senio;
Pelago;
Pontassieve;
Reggello;
Rignano sull’Arno;
Rufina;
San Casciano in Val di Pesa;
San Godenzo;
Scandicci;
Scarperia e San Piero
Sesto Fiorentino;
Signa;
Vaglia;
Vicchio;
Vinci.

Sì, il bando prevede che l’imprenditore/socio co-investa nel progetto in misura pari ad almeno il 50% del contributo a fondo perduto richiesto/ottenuto; dato che il contributo a fondo perduto è previsto in un range tra 20.000 e 100.000 euro, il co-investimento minimo è di 10 mila euro.
I termini ultimi per presentare la domanda sono i seguenti: per bando Artigianato entro l’11 dicembre 2020; le date degli altri bandi saranno comunicate successivamente.
Può partecipare solo al bando che riguarda il settore che ricomprende l’attività principale svolta dalla sua impresa. Si può risultare aggiudicatari di un solo bando.
Sì, non è possibile richiedere esclusivamente il contributo a fondo perduto.
No, il 50% del contributo a fondo perduto e del finanziamento verrà erogato dopo l’accoglimento della domanda mentre il restante 50% successivamente alla rendicontazione del progetto realizzato.
Sono finanziati progetti che prevedono l’assunzione e/o la stabilizzazione del personale, l’adeguamento alle normative Anti -Covid, le nuove iniziative di business per arginare la contrazione dei ricavi causata dalla pandemia ed eventuali altre linee di sviluppo.
No. Ogni e-mail deve essere riferita unicamente ad un profilo. Non è possibile avere profili diversi registrati con la stessa e-mail. Nel suo caso per ogni richiedente che lei rappresenta deve esserci un account di posta dedicato.
[mc4wp_form id="260"]